biblioteca, conferenza

Ariostea 10-14 ottobre

Conferenze e Convegni Lunedì 10 ottobre ore 17

FEBBRE DI SPAL

Viaggio sentimentale di un indomito tifoso dalla serie “D” alla “B” (Faust Edizioni, collana di sport ‘Eupalla’ 2016)

DI Arnaldo Ninfali
Con prefazione di Gigi Delneri
Dialoga con l’autore Corrado Magnoni,
giornalista sportivo di Telestense
Saluto di Valentina Ferozzi,
presidente del Coordinamento Spal Clubs
Con la partecipazione di Campioni della S.P.A.L. (a sorpresa)
dall’epoca di Paolo Mazza in avanti
Sarà presente l’editore Fausto Bassini
Saranno proiettate fotografie rare o inedite

“Una storia importante, della quale c’è da andare fieri ed io posso vantarmi di averne fatto parte. Passione e amore, come ce ne sono in poche piazze al mondo.” (Luigi Delneri)

Dalla dolorosa caduta in serie “D” della Real Spal alla gloriosa ascesa della S.P.A.L. 2013 dei ferraresi Colombarini-Mattioli, che riconquista la “B” in soli tre campionati: un racconto in presa diretta di un tifoso-scrittore d’eccezione che ha seguito la rinascita della Società Polisportiva Ars et labor –  giornata per giornata, in un turbine di gioie e magoni – per le testate on-line Chespal.it e Lospallino.com. Nel sano delirio di febbre bianco-azzurra il passato e il presente si intrecciano: i “Ciao zzio” della mascotte Pendenza e i “Zigo gol” guidati dallo stadio intero, le danze di Massei e le cavalcate di Di Quinzio sulla fascia, le telecronache di Carosio al Comunale e quelle di Sovrani al Mazza; i 320km di un ciclista tifoso da Bolzano per festeggiare la squadra e uno speciale talent scout Angelo Benini…

Con interviste a storici campioni: Osvaldo Bagnoli e l’onore di giocare nella Spal di Mazza; Giulio Boldrini record di presenze in maglia biancazzurra; Gianfranco Bozzao che marcava Gigi Meroni; Silvano Mencacci che segnò 4 gol a Zoff in una partita; Luigi Pasetti ‘bandiera’ ferrarese doc; Sergio Pellissier da Ferrara alla Nazionale; Arturo Bertuccioli e l’ultimo gol della Spal in “A”; Gianfranco Zigoni e l’ultimo gol subìto dalla Spal in “A”

Arnaldo Ninfali (Ferrara, 1948). Nato a Vigarano Mainarda (come il ‘presidentissimo’ Paolo Mazza), testimone oculare degli anni d’oro della Spal in serie “A”, tra tetraedri pubblicitari dello Zabov a centrocampo e pizze da Orsucci nei dopopartita invernali, a vent’anni si trasferisce a Verona dove tuttora vive. Insegnante di Lettere e Latino, ha pubblicato Scandalo ’60 (2012) e La vela e altri racconti (2014). Sito Internet: www.arnaldoninfali.com.

Con la collaborazione del Centro Coordinamento Spal Clubs di Ferrara

 

Eventi Martedì 11 Ottobre ore 16,30

AUGURI, AMATO POETA E SCRITTORE!

Ferrara festeggia i settant’anni di Roberto Pazzi

Coordina Dalia Bighinati
Intervengono Gerardo Passannante, Alfredo Luzi, Serena Piozzi, Paolo Vanelli, Ranieri Varese, Matteo Bianchi, Sandra Vergamini e Anna Maria Quarzi
Saluti del vicesindaco di Ferrara Massimo Maisto
La città di Ferrara e gli allievi della Scuola di scrittura creativa “Itaca” festeggiano il 70° compleanno di Roberto Pazzi attraverso i ricordi e l’interpretazione delle opere dello scrittore, poeta e giornalista ferrarese.
Sono morto da più di vent’anni,ma ancora non so staccarmi dalla mia città. Bella com’è, i forestieri m’invidiavano sempre di viverci e io non avevo forza di deluderli. Che ne sapevo di come si vivesse altrove? Avrei dovuto andarmene, spezzare la catena che mi legava a questo centro di pianura, sprofondato in una depressione non solo geografica”. (Le città del Dottor Malaguti, Roberto Pazzi, Corbo Editore)
Roberto Pazzi è nato ad Ameglia (Sp) nel 1946 e vive a Ferrara. Laureatosi in lettere classiche a Bologna, con Luciano Anceschi, ha insegnato nella scuola superiore e nell’università a Ferrara e a Urbino. Tradotto in ventisei lingue, è considerato tra i più originali e visionari scrittori italiani. Vincitore di importanti riconoscimenti tra i quali: Grinzane Cavour, Montale, Selezione Campiello, Procida, Bergamo, Hemingway, Castiglioncello e finalista al Premio Strega. Attualmente, dopo dodici anni di collaborazione esclusiva al Corriere della Sera, scrive in Italia sulle pagine culturali di diversi quotidiani italiani fra i quali Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno e all’estero su The New York Times.

Invito alla lettura Mercoledì 12 Ottobre ore 17

LE SORELLE BRONTË

Una famiglia eccezionale caposaldo della letteratura dell’Ottocento

Letture critiche di Silvia Lambertini e Matteo Pazzi
La Compagnia del libro ha deciso di avventurarsi nel mondo letterario delle sorelle Brontë.
Charlotte, sorella maggiore, autrice di“Jane Eyre”, Emily, autrice di “Cime tempestose”, Anne, sorella minore, autrice di “La signora di Wildfell Hall”, un trio di scrittrici vittoriane della prima metà dell’Ottocento, dotate di uno straordinario talento narrativo, capaci di pubblicare tre romanzi nello stesso anno (il 1847). Onde evitare i pregiudizi allora diffusi nei confronti delle donne, adottarono pseudonimi maschili. Accanto alle tre autrici la Compagnia riserverà un piccolo spazio anche all’opera poetica del fratello Branwell Brontë.
A cura della Compagnia del Libro in collaborazione con Associazione Gruppo del Tasso di Ferrara

Invito alla lettura Giovedì 13 Ottobre ore 17

IL BATTELLO SCALZO

Racconti per bambini e ragazzi

Di Isabella Bertasi, Ilaria Bertazzoni, Eleonora Cinti, Dario De Serri, Andrea Moretti, Elisa Orlandini, Matteo Pazzi, Eleonora Rossi, Sara Suzzi e Sabina Zanquoghi
Alla presenza degli autori introduce Alberto Amorelli
La raccolta nasce da quello sconfinamento letterario apparso nell’alveo della cultura ferrarese a partire dal 2011-2012. Una peculiarità del Battello scalzo è la polifonia delle strade espressive adottate dalle autrici/autori. L’ epoca attuale è sconosciuta e tutta da scoprire. Le innovative voci letterarie ferraresi vivono un allontanamento verso qualcosa e non da qualcosa. Questa “cosa arcana e stupenda” chiamata XXI secolo necessita di narrazioni per ragazzi o bambini innovative dal punto di vista stilistico e contenutistico, di una poesia libera dalla camicia di forza dell’ estetica e dal settarismo dei movimenti letterari novecenteschi, di una narrativa lungimirante a tal punto da non giudicare con la puzza sotto il naso generi letterari come la letteratura per l’infanzia, il noir e il fantasy al pari di prodotti espressivi di terza categoria. Non necessariamente un racconto scritto per un bambino è infantile.
A cura dell’ Associazione Gruppo del Tasso di Ferrara

Conferenze e Convegni Venerdì 14 ottobre ore 17

ORLANDO PAZZO

L’influenza del Furioso nei maggi drammatici dell’Appennino Tosco-Emiliano

Relatore Gian Paolo Borghi
Introduce Roberto Roda
Le manifestazioni di benvenuto alla primavera hanno notevole importanza nella storia della cultura popolare. Nell’Appennino tosco-emiliano alcuni rituali superstiti si praticano ancora: i maggi drammatici sono  spettacoli teatrali all’aperto, riconducibili a queste ritualità originarie. Il maggio drammatico o “maggio epico” è una delle più antiche forme di teatro popolare oggi esistenti. Le trame dei copioni dei Maggi drammatici sono di fantasia, ma spesso fanno riferimento ai poemi cavallereschi, tanto amati dalla cultura popolare. È quindi naturale che l’Orlando Furioso costituisca un filone molto importante nei Maggi dell’Appenino tosco-emiliano. Sviluppa il tema Gian Paolo Borghi, fra i più apprezzati studiosi italiani in materia di spettacolo popolare ed esperto di maggi drammatici.
Nell’ambito del ciclo di iniziative IL PRESENTE REMOTO promosso dal Centro Etnografico Ferrarese e curato da Roberto Roda
Con il patrocinio del Comitato Nazionale V Centenario dell’Orlando furioso – Mibact

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.