sociologia

Piacere e fedeltà

Per saperne di più

Barbagli, M., Dalla Zuanna, G. e Garelli, F. 2010 La sessualità degli italiani, Bologna, Il Mulino.

Billari, F.C., Caltabiano, M. e Dalla Zuanna, G. (a cura di) 2007 Sexual and affective behaviour of students. An international research, Padova. Cleup.

Castiglioni, M. e Dalla Zuanna, G. 2017 La famiglia è in crisi. Falso!, Bari, Laterza.

Dalla Zuanna, G. Vignoli, D. 2021 Piacere e fedeltà. I millennials italiani e il sesso, Bologna, il Mulino.

Kontula, O. 2009 Between sexual desire and reality. The evolution of sex in Finland, Helsinky, Publications of the Population Research Institute, D49.

Minello, A., Caltabiano, M., Dalla Zuanna, G. e Vignoli, D. 2020 Catching up! The sexual behaviour and opinions of Italian students (2000-2017), in “Genus” 76, 16, on-line.

Van de Kaa, D.J. 1987 Europe’s second demographic transition, in: “Population Bulletin”, 42, 1, 1–57.

Società, sociologia

Grasso che cola

Ciò spiega perché  da noi non ci sono i Gilet Gialli a sfilare per la capitale, che viene sepolta dalla sua rumenta sovrabbondante, altro segno della “società signorile di massa”. Perché un paese, una società  tollerano una disoccupazione giovanile del 30%, senza allarmarsi, spaventarsi e imporre politiche di sviluppo.

I giovani non sentono “la durezza del vivere” (come auspicava Padoa Schioppa)  sulla loro pelle, quindi non sentono l’urgenza di migliorarsi con sforzo e energia e carattere per sopravvivere. Sono quindi come sedati. E vivono in mondi di fantasia. Senza il contatto con la cruda realtà.

Ma  perché dovrebbero studiare, sforzarsi, migliorare? L’intera ideologia “permissiva” –  attraverso le mille   voci di pubblicità, spettacolo, sinistra fucsia  –   e dozzinalmente edonista li incita a godersi la vita, a  non impegnarsi in nulla; ora  ci si è messa persino la Chiesa,un tempo predicatrice di una morale rigorosa ed oggi  accoglientista e LGBT.  Sia chiaro che non è una colpa privata e individuale, quella di cui si accusa la gioventù vuota che vive del grasso che cola: è che sono mancati i traguardi, gli scopi a cui tendere, che non possono essere individuali ma   hanno da essere collettivi. Indicati da un potere legittimo capace di porli, ed anche di imporli per far vivere l’Italia all’altezza della civiltà, anche nel futuro.

Ora, i quarantenni – Di Maio come Salvini e come i giovini Letta – non hanno alcuna idea di un sistema industriale, di come deve essere e di come deve funzionare ed essere creato e difeso. Di Maio non puo’ che chiamare gli imprenditori “prenditori”, come tutti i grillini del Sud, perché non conoscono altri imprenditori che i palazzinari loro padri, semianalfabeti, dipendenti dai lavori stradali eterni sulla Salerno-Reggio Calabria. E sono troppo “signori” per mettersi a studiare le industrie del Nord che esportano e funzionano , i loro problemi e la loro natura: hanno già studiato abbastanza. Salvini, come s’è visto, non legge i dossier. Anzi non legge niente,e c’è da aver paura a un suo ritorno al governo con “pieni poteri”. Lui e i Di Maio non hanno saputo pensare ad altro progetto economico che aumentare un po’ i consumi; come, in fondo, Renzi con gli 80 euro. Gualtieri e i PD al governo che puntano fa far emergere il nero di idraulici e badanti, mentre le nostre aziende spostano la loro sede fiscale in Olanda o Lussemburgo sottraendo dl Fisco miliardi.

Ancor più pericolosa è la caterva di “giovani” nella magistratura: gente che non sa di latino e dunque di diritto romano, che ignora la filosofia del diritto ed ha della legge una idea sommamente rozza e sommaria, da una parte di puro positivismo giuridico, senza alcuna idea dellla responsabilità di “fare” giustizia, dall’altra l’uso della legge e dei suoi rigori (carcerazione preventiva, intercettazioni, manette agli evasori…) per scopi di parte.

Avviene così che la generazione della società signorile di massa sta portando il paese al declino, in perfetta buona fede, ascoltando capi ignorantissimi come Beppe Grillo con le loro fantasie di decrescita. Ignoranti che generano altri ignoranti – ma saputi – e consumano, sprecano, i capitali dei nonni che potrebbero essere usati per un grande progetto di rinascita nazionale – che nessun “dirigente” con voce in capitolo è in grado di elaborare ed indicare.

https://www.maurizioblondet.it/la-necessaria-dejnuncia-di-luca-ricolfi-sul-grasso-che-cola/

Arte

Premio Patrizia Barlettani

Giunto alla terza edizione, il Premio Patrizia Barlettani Next-Generation 2011 è rivolto alle giovani forze espressive del panorama artistico contemporaneo internazionale, nate dopo il 1 gennaio 1981, di qualunque nazionalità e prevede l’assegnazione di tre riconoscimenti:

– vincitore del Premio Patrizia Barelttani NEXT_GENERATION 2011 (3000€, targa, partecipazione Settimana dell’Arte)
– vincitore della Premio della giuria Popolare (Targa)
– vincitore del Premio della Critica (Targa)
Ai tre vincitori del Premio Patrizia Barlettani III edizione 2011 Next Generation verrà offerta una targa di riconoscimento per la partecipazione al premio stesso.
Al Vincitore assoluto del Premio Patrizia Barlettani III edizione 2011 Next Generation oltre al riconoscimento in denaro di una somma pari a 3000 (tremila) euro, verrà offerta la possibilità di allestire una propria mostra personale all’interno dell’evento organizzato dalla Galleria San Lorenzo denominato “Settimana dell’Arte” nella primavera 2012, in località da definirsi, offrendo così al vincitore l’opportunità di potersi confrontare immediatamente con un pubblico di attenti collezionisti.
Date dell’evento:
22 -23 – 24 settembre 2011– Le selezioni del Premio Patrizia Barlettani.
Presentazione, su appuntamento, delle opere da parte degli artisti (ogni artista avrà a disposizione 10/15 minuti per presentare se stesso e la propria opera) Selezione delle opere da parte del comitato di selezione: i 30 artisti che supereranno la prima selezione costituiranno con le loro opere il corpus dell’esposizione , inoltre le foto dei lavori con una breve descrizione critica verranno messi in rete (www.premiopatriziabarlettani.it) in modo da poter assegnare il “Premio Giuria Popolare” tramite pubblica votazione.
Luogo: Galleria San Lorenzo
Indirizzo: Palazzo Galimberti – Via Sirtori 31 20128 Milano
15 ottobre 2011: alle ore 18’00 Mostra evento “One night show” delle 30 opere scelte, dal comitato di selezione, e si terrà presso lo spazio Fabbrica Borrroni
Indiriizzo: via Matteotti 12 a Bollate
Nel corso della serata, alle ore 19’00 verrà decretato il vincitore del Premio, assegnati gli altri riconoscimenti e presentato il catalogo dell’esposizione dei trenta finalisti.
LA GIURIA DEL PREMIO PATRIZIA BARLETTANI è così costituita:
Eugenio Borroni – Presidente e fondatore di FABBRICA BORRONI
Igor Zanti – Critico, curatore, giornalista, storico dell’Arte
Roberto Coda Zabetta – Artista contemporaneo
Riccardo Rizzo – libero professionista, collezionista
Massimo Barlettani – co-titolare di B&A esperto in marketing, comunicazione e immagine
Paolo Bacchereti – presidente di Art Club
Tutte le opere che parteciperanno alla mostra saranno, di conseguenza, pubblicate sul catalogo edito da Zeta Scorpii
Come l’anno scorso l’anno scorso, l’indirizzo tematico del Premio è a tema libero, ogni artista può sviluppare l’argomento che sente più rappresentativo della propria arte.
Sono ammesse al concorso opere appartenenti alla seguente categoria: PITTURA (olio, pastello, tempera, acquerello, acrilico e tecnica mista),
Ogni opera deve avere dimensioni non superiori a cm. 150×150
È ammessa una tolleranza del 10%.
Non sono ammesse sculture, installazioni, video, ecc.
Sono ammessi lavori fotografici solo se presentano un intervento pittorico
Modalità di partecipazione e scadenza bando/tempistiche
Il partecipante dovrà inviare – all’indirizzo mail del Premio, entro le ore 24 del giorno 18 settembre 2011 il seguente materiale:
 Curriculum / Biografia.
 Scheda di Adesione completa di dati e firmata.(vedi istruzione sul sito)
 Fotografia formato jpg in alta risoluzione.
I 30 finalisti saranno individuati entro la data 26 settembre e saranno avvisati tramite e-mail.

Info e regolamento: www.premiopatriziabarlettani.it
Organizzazione: Galleria San Lorenzo – Casa d’arte San Lorenzo – San Lorenzo project
www.arte-sanlorenzo.it
Tel 0571 43595 Mob 3396561812
milano@arte-sanlorenzo.it
Catalogo edito da Zeta Scorpii
La partecipazione al premio è gratuita