Uncategorized

Elara

Cari Amici,

Eccoci a una newsletter su ciò che bolle in pentola e qualche riassunto delle puntate precedenti.

Nei mesi scorsi le attività di Elara sono andate avanti al ritmo più sostenibile possibile, visto il contraccolpo seguito alla morte di Ugo Malaguti e Gabriele Fischer concomitante con forti difficoltà del settore tipografico.

Lo scorso 24 febbraio al cimitero della Certosa di Bologna è avvenuta finalmente la dispersione delle ceneri di Ugo che è così diventato, come aveva desiderato, parte della sua Bologna che tanto amava. La famiglia Fischer ha egualmente disposto per le ceneri di Gabri.

Sta a noi ora ricordarli; ricordare la dedizione di entrambi a far nascere libri di una letteratura stravagante e splendida come la SF. Una vera missione culturale iniziata con i primi lavori di Ugo come autore ed editore negli anni d’oro della SF italiana (molti dettagli su quegli anni li potete trovare nel suo “Incontri Ravvicinati”) e proseguita con l’aiuto di Gabri e il sostegno imprescindibile dei lettori irriducibili in anni ben più difficili in cui la SF letteraria ha sofferto una forte emarginazione a causa della trasformazione dell’editoria italiana da agente culturale a intrattenitore di massa paratelevisivo. La fantascienza, come il fantastico in genere, è troppo piena d’idee, archetipi e riflessioni sulla natura umana per essere gradita a quella tipologia di “Perfetto lettore” di bocca buona tanto ricercato e coccolato dall’editoria di massa. Del resto l’editoria di massa deve evitare o dosare abilmente le idee originali, sia perché non si possono profilare piani di marketing su qualcosa che non sia già stato detto, sia perché, conti alla mano, l’ovvio e la banalità sono a quanto pare, ahinoi, maggiormente remunerativi in termini di incassi.

Elara continuerà a rimanere non allineata e a proporre titoli di Fantascienza e fantastici di qualità come Ugo ha fatto per sessant’anni, offrendo testi interessanti e coinvolgenti di ogni epoca, paese e sfaccettatura, spaziando dal classico da scoprire o riscoprire a quelle opere contemporanee che hanno qualcosa da dire e non si collocano sulla scia di questa o quella moda, ma che contengono elementi di interesse che possano resistere al passare del tempo e delle tendenze momentanee. Senza contare ovviamente anche qualcosa di puramente divertente…

Non sarà un lavoro facile: perché oggi per un editore indipendente arrivare ai lettori non è semplice; i trust ormai consolidati tra grandi editori e distributori lavorano sui grandi numeri e impediscono un accesso realmente efficace nel circuito librario ai non allineati, e le librerie online richiedono o meno i libri ai piccoli editori a loro piacimento senza strutturare alcuna strategia di incremento vendite con gli editori stessi. La conseguenza di questo, per noi editori di modeste dimensioni, è la minimizzazione degli incassi e la conseguente riduzione dei progetti attuabili. Possiamo contare solo sul sostegno dei lettori, che in questo contesto diventa determinante, e in base a quello faremo il più possibile. Più acquisterete, più farete conoscere e acquistare i nostri volumi ad amici, nemici e parenti, più titoli riusciremo a produrre.

Vale la pena di resistere, e resisteremo il più a lungo possibile col vostro sostengo.

Salutandovi, passo a elencare novità e progetti.

                                                                                         Armando Corridore

giornate della cultura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.