biblioteca, conferenza, libri

Ricordi di Ferrara

mercoledì 3 giugno ore 17 – LA COMPAGNIA DEL LIBRO

USA LA FORZA LUKE! – La letteratura nata o ispirata alla saga di Star Wars
Letture ed analisi di Alberto Amorelli e Matteo Pazzi
La Compagnia del libro ha fatto proprio l’invito che Obi-Wan Kenobi rivolge al giovane Luke Skywalker poco prima di distruggere con un colpo perfetto la famigerata “Morte nera” e ha deciso di affrontare a viso aperto la letteratura nata o ispirata dalla saga di Star Wars. Si tratta del primo passo compiuto dalla Compagnia nel genere fantascientifico nell’anno in cui uscirà la nuova trilogia di Guerre Stellare. La letteratura quando è grande ha la capacità di far sognare il lettore e allora perché non dedicare un approfondimento ad una storia nata per il grande schermo che ha fatto e fa sognare milioni di persone? A tutti gli appassionati di Guerre stellari e ai Jedi in circolazione diciamo: “Ci vediamo il 3 Giugno alle 17 presso la sala Agnelli della biblioteca Ariostea (per l’ occasione rinominata “Il grande tempio”), molti segreti saranno rivelati e… che la Forza sia con voi”.
In collaborazione con Associazione Culturale Il gruppo del Tasso di Ferrara

» giovedì 4 giugno ore 17 – INVITO ALLA LETTURA
Paolo Maietti – FERRARA. Ieri, oggi, l’altro ieri (Faust Edizioni, 2015)
Dialogano con l’autore Gina Nalini Montanari, ricercatrice storica e scrittrice e
Andrea Maggi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione ed Eventi Università di Ferrara. Con un saluto di Maria Chiara Lega, presidente dell’Associazione “Servizio Accoglienza alla Vita” (S.A.V.) Ferrara
Sarà presente l’editore Fausto Bassini
Estraendo lampi di vero cantastorie dal cilindro della memoria, tra una partita a bac & pandon e una della Spal in serie A, tra avventure estive in campeggio e pittoreschi personaggi da bar, l’autore ci accompagnerà – meglio se in bicicletta – nella Ferrara degli ultimi settant’anni. A volte flessuosa come l’angolo dei 4 S, altre volte più tenera di una passatella, altre ancora muscolare come una schiacciata di pallavolo, la narrazione di Paolo Maietti zigzaga con abile levità dalla Goliardia di Azzo VI (Pippo Govoni) ai ricordi dell’infanzia in campagna dai nonni, da alcune risposte comiche durante le interrogazioni dei suoi studenti, all’amore, colmo di riconoscenza, per la moglie Paola. Sullo sfondo di una città in gran parte scomparsa, appaiono in brevi, talora commossi, ‘cammei’ Nino Cristofori, Carlos e Alessandro Duran, Paolo Zamboni, Alessandro Bratti, Luciano Chiappini, Giordano Romagnoli e Luciano Giacomelli.
Paolo Maietti, (Ferrara,1942). Laureato in Ingegneria elettronica a Bologna, è stato docente all’IPSIA per oltre trent’anni. Ha rappresentato tre volte l’Italia nei campionati europei a coppie di bridge e, dal 1958 al 1970, ha militato nel sestetto base della principale squadra di pallavolo ferrarese. È stato medaglia d’oro del CONI regionale nel 2005 per meriti sportivi.
Con il patrocinio di Università degli Studi di Ferrara S.A.V. Ferrara

» venerdì 5 giugno ore 17 – LA DEMOCRAZIA COME PROBLEMA
Federico Varese – DEMOCRAZIA, CAPITALISMO E MAFIA
Introduce Paolo Veronesi
Tema dell’incontro sono i rapporti tra tre fenomeni sociali: democrazia, capitalismo e mafia. Federico Varese, docente di Criminologia all’Università di Oxford, mostrerà come le principali mafie storiche – la mafia siciliana, russa, giapponese, e le Triadi di Hong Kong – sono nate quando in quei paesi emergeva un capitalismo mal regolato e violento. Anche la mafia italo-americana, sorta nel periodo del proibizionismo, beneficiò grandemente dall’emergere di un vasto mercato illegale. Mafia e mercato sono fenomeni inestricabilmente legati. Allo stesso tempo, l’espandersi della democrazia offre alle mafie l’opportunità di regolare un importante mercato illegale, quello del voto, e quindi di penetrare il processo politico. La conferenza si concluderà con alcune riflessioni su sistemi elettorali e come essi facilitano il controllo del voto.
Il messaggio di questo intervento è duplice: i mercati sono fenomeni sociali che, se non vengono regolati e governati, possono far nascere forme di organizzazione violenta dei mercati stessi. Quando esiste una mafia in una economia di mercato, la democrazia è in pericolo e alcuni sistemi elettorali amplificano tale pericolo.
A cura dell’Istituto Gramsci e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara

1 pensiero su “Ricordi di Ferrara”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.